Massimo Staderoli  fa il punto dopo due mesi di attività.

” Sono stati due mesi molto intensi,  nei quali abbiamo imparato a conoscere il nuovo allenatore che ha introdotto i suoi sistemi di lavoro non senza difficoltà.  Le incomprensioni ci sono state,  così come le difficoltà ad accogliere le sue richieste. Ma,  piano piano, atlete ed allenatore hanno imparato a conoscersi  a vicenda e le cose stanno prendendo la strada che auspicavamo, anche se la strada è ancora all’inizio.

Abbiamo affrontato con lo spirito giusto la serie C, sapendo che la categoria per noi è  molto impegnativa. Le ragazze hanno potenzialità importanti, con il lavoro costante in palestra contiamo possano evidenziarle.

In u18 e in u16 Vidata stiamo facendo quello che ci aspettavamo,  in attesa della più stimolante seconda fase.

La vera rivelazione è la u16 Kodess,  che nel suo girone è seconda ad un punto dalla capolista.

L’ossatura della squadra è  composta da atlete u14, con l’importante inserimento di ragazze del 2003 e del 2004 come BISSOLI, BONI,  MARCHESINI, SOCCINI e UNCIULENCO che, con la loro esperienza, sono un valido punto di riferimento per le loro più piccole compagne.

In definitiva,  le cose stanno andanto così come ci eravamo immaginati ad inizio stagione, anche se il lavoro da fare è  ancora tantissimo “