8 squadre, 11 campionati, oltre 200 tesserate. Soprattutto, in questo 2018, il prestigioso traguardo dei 50 anni di storia. Nel mondo della pallavolo veronese, Antares è una gigantesca piramide, che ha il suo vertice attuale nel campionato regionale di serie D. Oggi ci occupiamo invece della base, che è anche la sua missione primaria, la sua funzione più autentica e rappresentativa: quella sociale e sportiva. Stiamo parlando del Minivolley, gestito da Carlotta Zecchinato.

Raccontaci di te.

“Sono nata a Verona il 5 febbraio del 1996, sono al terzo anno di Scienze motorie. Seguo dei corsi di nuoto con bimbi e bimbe, quattro pomeriggi a settimana sono impegnata con Antares con le mie mini-atlete. Gioco a pallavolo anch’io, ho iniziato proprio alla loro età. E’ stato un amore a prima vista, che mi ha spinto a fare questa scelta : insegnare pallavolo e, in generale, studiare e lavorare nell’ambito sportivo”.

Da quando sei in Antares?

“Ho iniziato lo scorso anno, aiutando Roberto Salpiani con l’Under14. E’ stato un anno molto proficuo, nel quale ho imparato come gestire una squadra. Roberto è stato determinante nel farmi apprendere certe metodologie. Oltre a questo, mi ha permesso di legare con tutto il gruppo, con il quale tutt’ora ho un buonissimo rapporto”.

Parla dell’attività del minivolley.

“Ad oggi seguo tutto il settore minivolley, suddiviso in due gruppi: uno a Palazzina, che si allena il lunedì e il mercoledì dalle 16.30 alle 18, e uno a BorgoRoma, che si allena il martedì e il giovedì con gli stessi orari. Il primo gruppo è composto da 32 bimbe, il secondo da 12. L’età va dai 6 ai 10 anni”.

Hai collaboratori? Chi sono?

“Sì: Alessia Bragantini, Sindi ed Elena, che ringrazio per il loro prezioso supporto”.

C’è un dirigente Antares responsabile del minivolley?

“Certo, e senza di lui non potrei andare avanti: Antonello Benetti. Non so se definirlo un secondo papà, la mia spalla destra o il mio padre confessore!”

Racconta dei concentramenti.

“Quest’anno siamo iscritte al campionato Under11 con due squadre e al campionato Under10 con tre. Inoltre partecipiamo alle feste territoriali, tutto organizzato da Fipav. Queste giornate sono definite concentramenti in quanto sono formulate come triangolari, quindi ogni squadra gioca due partite. La prima giornata  è stata domenica 10 dicembre: le Under 11 sono state ospitate nel palazzetto di Zevio, dove hanno vinto entrambi i triangolari. A Cologna Veneta hanno giocato invece le tre squadre Under 10, anche loro con risultati più che soddisfacenti. La seconda giornata di campionato del minivolley sarà il 14 gennaio, a Palazzina, alle 15”.

Qual è la parte più bella del tuo lavoro?

“Quando vedo le ragazzine divertirsi e applicarsi in quelle cose che, nel mio piccolo, posso insegnare loro. La soddisfazione più grande è quando, messe alla prova, sappiamo rispondere nel migliore dei modi, giocando bene e divertendoci ancor di più”.

La più difficile?

“E’ dura, all’inizio, cercare di ottenere la fiducia da parte delle bimbe, farsi rispettare e voler bene, cosa per me molto importante per raggiungere obiettivi e lavorare serenamente. Spero che le mini-atlete si stiano divertendo e continuino a farlo, e di poter trasmettere a loro la passione che ho io per questo meraviglioso sport!”